STORICO ACCORDO TRA SINDACATI E CONFINDUSTRIA, CHI MUORE SUL POSTO DI LAVORO, DOVRA’ RISARCIRE IL DATORE DI LAVORO

STORICO ACCORDO TRA SINDACATI E CONFINDUSTRIA, CHI MUORE SUL POSTO DI LAVORO, DOVRA’ RISARCIRE IL DATORE DI LAVORO

Nella nottata di ieri dopo febbrili concertazioni e una dura battaglia, i sindacati hanno raggiunto un accordo storico con confindustria, ai lavoratori non sarà più consentito di morire sul posto di lavoro, a qualsiasi lavoratore che sia pizzicato a trasgredire questa nuova e sacrosanta legge del nuovo statuto dei lavoratori, verrà licenziato in tronco e dovrà risarcire economicamente il suo titolare per i danni causati alla propria attività.

Dopo le continue proteste dei lavoratori con i sindacati, al grido di,” basta morti sul lavoro, vogliamo morire a casa nostra”, i sindacati hanno intrapreso una dura ed estenuante battaglia con confindustria, senza esclusione di colpi e con il coltello tra i denti sono riusciti a raggiungere questo storico traguardo.

I lavoratori non potranno più  morire sul posto di lavoro e nella remota eventualità che questo possa accadere a causa dei soliti ribelli facinorosi, il lavoratore dovrà risarcire economicamente il proprio titolare e con questo colpo di spugna, i sindacati portano a casa una gloriosa vittoria per tutti i lavoratori, con un colpo di spugna magistrale, risolvono l’annoso problema delle morti bianche.

 

lavoro , , , ,

Informazioni su peoplehavethepower

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo nei commenti dell'articolo interessato. Saranno immediatamente sistemati o rimossi.ATTENZIONE: Questo Blog non intende in alcun modo incentivare condotte vietate. Tutte le informazioni contenute sono da intendersi esclusivamente ai fini di una piu' completa cultura generale. L'amministratore del Blog, lo staff non si assumono nessuna responsabilita' per un uso improprio delle informazioni contenute nel sito. Leggi peoplehavethepower con responsabilità.

Precedente La colazione di Keith Richards: "Mi sveglio e mi fumo una mega canna" Successivo Uno studio scientifico dimostra che chi si fa i selfie ha disturbi mentali

Lascia un commento

*